Talent Garden sbarca in Austria

Talent Garden sbarca in Austria

Ormai tutti ad oggi avranno sentito parlare almeno una volta nell’ambito della tecnologia di Talent Garden.

Si tratta di una piattaforma di networking e formazione per l’innovazione digitale.

Nata circa otto anni fa in Italia, nello specifico nel 2011 a Brescia, per opera di Davide Dattoli, alle sue spalle si sono affiancati molti volti noti dell’imprenditoria italiana per far fronte a questo nuovo progetto.

Tra i maggiori investitori annoveriamo: la famiglia Angelini, D’Amico, Foglia, Drago, Monti, Rovati, Pittini, il Fondo Indaco Ventures, BeConsulting, e poi ancora Ginatta, Holland, Luti, Dompè.

La società bresciana fa sul serio e questa volta a quanto pare chiude una nuova raccolta di fondi: mette da parte ben 44 milioni di euro per ampliare gli affari investendo all’estero.

Attualmente la nota azienda gestisce spazi di co-working, si contano 23 campus sparsi in 8 Paesi, e attorno alle strutture sono state create delle reti di freelance, imprenditoria, agenzie il cui intento è quello di favorire la formazione digitale e creare eventi appositi.

Uno degli ultimi Paesi nei quali la società ha deciso di ampliare la propria attività è l’Austria.

Nello specifico, a Vienna, l’azienda bresciana ha dato vita ad un nuovo campus caratterizzato da 500 postazioni di lavoro.

Nell’approdare in questa terra dalle mille risorse, si è avvalsa del famoso ente governativo esperto per l’insediamento d’impresa, Aba – Invest in Austria.

Da alcune statistiche emerge che la nostra Penisola si classifica al terzo posto per insediamenti in questo Stato federale, seguita poi dalla Svizzera e dalla Germania.

Ma tornando dunque, ai fondi stanziati, 44 milioni di euro è il più alto fundraising mai realizzato nel nostro Bel Paese da investitori italiani, grazie a questi fondi dunque, sarà possibile avere a disposizione ogni risorsa per rafforzare la leadership in Europa.

La raccolta ha ampiamente superato la richiesta iniziale, questo perché non sono pochi coloro che stanno riscontrando un interesse notevole per la digitalizzazione.

Talent Garden: ecco qual è l’obiettivo a lungo termine

CEO e Founder di Talent Garden, Davide Dattoli ha affermato in un comunicato stampa che l’obiettivo è quello di espandere la rete oltre i confini nazionali.

Già sono presenti 23 campus in 8 Paesi europei come illustrato in precedenza, ma la mission per i prossimi 5 anni è quella di aprire altri 20 nuovi campus in tutta Europa e di ampliare al contempo stesso la portata della propria Innovation School in Italia.

Attualmente si contano più di 3500 persone formate, ma l’intento è quello di arrivare oltre 20.000 persone in modo tale che la trasformazione digitale nel nostro Bel Paese migliori la vita delle imprese e delle persone.

Una cosa è certa: con il raggiungimento di questo nuovo traguardo, il legame tra sistema industriale, digitalizzazione e formazione viene rafforzato ulteriormente.

You might also like