Aumentare i fan su Facebook? Consigli utili

Se un’azienda ha una pagina sul più noto dei social network, deve seguirla adeguatamente. Qualche indicazione per svilupparla nel migliore dei modi.

La rete e Facebook rivestono ormai un ruolo importantissimo per le aziende che intendono estendere il proprio giro d’affari. Gli imprenditori lungimiranti si mettono a gestire in prima persona gli aggiornamenti per aumentare i fan sui social. Però Webinabox.it sottolinea che potrebbe non bastare e che in alcuni casi particolarmente impegnativi da gestire è senz’altro meglio affidarsi alle sapienti cure di una web agency. Ma tentiamo di esaminare la faccenda sotto ogni possibile aspetto.

FB o altro?

Ci sono delle ragioni precise per prediligere Facebook. Allo stato attuale, si tratta del social network più frequentato dagli utenti. Solo in Italia conta 23 milioni di iscritti: vuol dire che oltre un italiano su tre trascorre del tempo fra i post inseriti su questa piattaforma. Insomma, la visibilità è davvero amplificata, quantomeno in potenza.

Un veicolo prezioso

Essere su Facebook non è un punto d’arrivo, bensì di partenza. Un mezzo che occorre a interessare i tuoi visitatori e a condurli verso il sito della tua società. Se hai un blog il principio è lo stesso, e naturalmente vale pure per un eventuale canale su YouTube (altro “propulsore” in crescita) e sui vari Twitter, Instagram, Pinterest, ecc.

Concentrarsi sui contenuti

Aggiungere un post di tanto in tanto, mettere qualche foto e cambiare lo stato a intervalli regolari non è sufficiente. Piuttosto bisogna aggiungere delle notizie pregnanti, utili per chi ti segue. D’altro canto, non è difficile immaginare quali news possano captare l’attenzione delle persone che si interessano al campo di cui ti occupi. In breve tempo riuscirai a individuare il genere di comunicazione che piace a loro in particolare e che contribuirà a farti conoscere. Più fresche sono le novità che riesci a inserire, più si parlerà di te. 

Organizzarsi per bene

Preparare un minuzioso piano editoriale è senz’altro una buona idea. Per attuarla è fondamentale categorizzare gli argomenti che tratti e, in base alla cadenza di pubblicazione che hai stabilito, fare apparire gli articoli a orari precisi, quelli in cui i tuoi visitatori sono usualmente connessi. A scoprirli non impiegherai molto. 

Niente giri di parole

Prova a esprimerti con chiarezza mentre scrivi, in modo che il tuo messaggio passi più facilmente. La colloquialità in questi contesti è irrinunciabile. Anzi, cerca di interpellare i tuoi lettori, di suscitare un dibattito che li coinvolga. In tale ambito, è peraltro imperativo usare correttamente la lingua italiana, senza incappare in refusi o, peggio, in errori ortografici, grammaticali, sintattici. Per la tua reputazione, innanzitutto; e poi perché qualcuno lo sottolineerà. Rileggi attentamente prima di postare.

Non trascurare le risposte

Aumentare i fan sui social in un certo senso significa pure prendersi cura di chi ti accorda la sua fiducia. Se un iscritto alla tua pagina ti rivolge una domanda o esterna una sua impressione, rispondigli, indistintamente e con sincerità. Si crea così un rapporto di fiducia. È chiaro che ciò vale anche e soprattutto quando spuntano delle critiche o delle lamentele (con l’aumento dei fans diventa fisiologico). Non censurarle. Replica con cortesia, difenditi, se è il caso scusati, ma non lasciare inevaso il commento: è controproducente.

Qualcosa per vivacizzare

Questioni, immagini, video, citazioni, tutto fa brodo per animare una pagina su Facebook. Tuttavia è necessario capire cosa aggiungere ogni tanto per alleggerire. I filmati con gli animali che fanno qualcosa di buffo sono una soluzione abbastanza popolare. Adatta la trovata alla tua “platea”.

Costanza e prontezza

Come accennato, una pagina aziendale va “pasciuta”, non deve essere abbandonata, altrimenti metterla su non serve a nulla. Gli aggiornamenti si fanno quotidianamente, se non hai tempo delega qualcuno di cui ti fidi. La continuità fornisce una buona immagine della tua impresa. Di conseguenza, se sei attento e regolare puoi riuscire a pubblicare per primo delle notizie riguardanti il tuo settore, a battere gli altri sul tempo nella loro diffusione sui social.

Verifiche scrupolose

In rete circolano tante bufale, non solo l’1 aprile. Fai attenzione a non cascarci, rielaborandole e diffondendole: ne va della tua credibilità! Controlla sempre preventivamente che quel che stai per divulgare sia accaduto davvero.

Monitoraggio, per migliorare

Una volta che hai tenuto conto di tutto quanto, impara ad analizzare i dati inerenti al tuo lavoro telematico. Il numero dei visitatori che si sono limitati a visualizzare un post ti dà il segno della portata della tua attività sul web. All’interno di questa cifra trovi gli utenti “attivi”, cioè quelli che hanno effettivamente letto, condiviso, commentato o anche semplicemente cliccato sulla notizia. Il confronto tra questi due insiemi (chi ha contribuito a creare news e chi è solo “passato di là”) è definito diffusione. Ovviamente è basilare che una buona percentuale dei tuoi iscritti interagisca; se no, bisogna capire come aggiustare il tiro.

Come gestisci la tua pagina aziendale su Facebook?

 

You might also like